Estetica Del Sorriso

Avere un bel sorriso migliora la qualità della vita perché aumenta l’autostima e incentiva un rapporto più amichevole e aperto con gli altri. Negli Stati Uniti le due tecniche viaggiano in abbinata: prima si raddrizzano (o si sbiancano) i denti poi si dà volume alle labbra o si riempiono i segni intorno alla bocca, perché è inutile occuparsi delle rughe o della forma della bocca se i denti non sono in ordine.

In Italia c’è ancora molta disinformazione sull’odontoiatria estetica, soprattutto non si sa che si può intervenire anche da adulti e che si tratta di metodiche invisibili, indolori e facili da gestire.

Dopo aver rimodellato i denti si passa alla forma delle labbra e a un refreshing del viso: si inietta acido ialuronico di diverse concentrazioni, a seconda che si desideri dare volume alle labbra e gli zigomi, oppure riempire i segni intorno alle labbra.

Eh già, perché è la nostra dentatura a dar corpo al nostro volto: anche la caduta o l’estrazione di un solo dente, se non si provvede rapidissimamente a rimpiazzarlo con un sistema almeno inizialmente provvisorio, possono esserci conseguenze:

- I denti limitrofi si spostano e si inclinano. Il dente antagonista superiore scende perchè manca lo “stop” inferiormente; se non si fa nulla, questi spostamenti si possono estendere piano piano nei mesi successivi (già nel giro di un anno o due) a buona parte della dentatura. In definitiva si sposta tutto e l’occlusione diventa irregolare ed asimmetrica. Si perdono i centri di simmetria e si creano interferenze occlusali. E’ in questo momento che si sommano i danni estetici e quelli funzionali. Anche solo la perdita di un molare inferiore può così portare danno estetico, sia diretto (si vede quando si sorride anche se sta dietro) sia indiretto (tutti gli altri spostamenti);

- C’è poi il danno masticatorio. Un’infinità di persone (secondo una mia stima, almeno un 80%) NON si adatta alla mancanza di un solo dente, e comincia a privilegiare una masticazione unilaterale: questo favorisce gli spostamenti – crea un grave danno igienico poiché la parte meno usata si sporca molto di più, è difficile da pulire e si accumula tartaro, cioè una parte lavora troppo, l’altra lavora troppo poco. Dopo decenni di questa situazione, tutti i denti si allenteranno e si perderanno molto più precocemente di quello che sarebbe stato senza queste complicazioni derivanti dalla perdita di un solo dente.

- Si crea un serio danno all’articolazione temporo-mandibolare e al sistema neuromuscolare con ulteriore danno anche estetico: l’asimmetria del volto e dei muscoli del volto.

Quindi se si creano i disturbi craniomandibolari (masticazione monolaterale associata agli spostamenti dei denti a causa del singolo dente perso) questi coinvolgono l’articolazione della mandibola, il sistema neuromuscolare e tutto ciò che vi è collegato.

Questi quadri prevedono una serie di disturbi molto fastidiosi: cefalee ricorrenti, dolore all’articolazione, perdita dell’equilibrio posturale con mal di schiena, artrosi cervicale, dolori alla schiena, dolori e tensioni muscolari, asimmetria del corpo, anche inestetica, dolori alla masticazione con correlata difficoltà di alimentazione…

Nessun commento ancora

Lascia un commento